Home |  Chi siamo |  ItalPlanetNews |  Pubblicitą |  Speciali |  IT Mondo |  Edizioni  | 
Cerca Vai
 Testate
čItalia
l'Augurio del Presidente
Sommario
Editoriali
150°
News
Dal Quirinale
Comitato Leonardo
Dalla Farnesina
In Europa
L'altra Italia
Regioni e emigrazioni
Riflettori sulle donne
Italianitą
Expo Milano 2015
Bel Paese
Eventi
Moda CNMI
Food & Wine
Isnart
Design -Triennale
Mondo Motori
Mercato Globale
MiSE - MINCOMES
Unioncamere
Assocamerestero
ICE
SIMEST
Assocorce
Buonitalia
Gambero Rosso
Made in Italy
Pag.Pubblicitarie
čItalia - English
Gli arretrati di čItalia
 
Redazione e Contatti
Pubblicitą
Abbonamenti
čItalia USA-Canada
čItalia Russia
čItalia Germania - UK - Francia
čItalia Brasile
čItalia Australia-India-Cina
Speciali di čItalia
ItalPlanet News
Redazioni
ABBONATI a čItalia
 Le altre aree
Scarica il ns Banner
Pubblicitą su čItalia

Per la tua Pubblicità

CONCESSIONARIA èItalia
Via Melzi d'Eril 29
20154 Milano
Tel. 02.76318838
Sede Roma
Via Sicilia 141
Scala B Int 3 - 00187 Roma
Tel. 06.42020517

Abbonati a čItalia


Abbonati:
1 Anno di èItalia 
(10 numeri)
al prezzo di 50,00 euro



čItalia čItalia USA-Canada čItalia Russia čItalia Germania - UK - Francia čItalia Brasile čItalia Australia-India-Cina
Home > čItalia  > Editoriali
čItalia numero 77, Febbraio 2012
Il valore della “Res Publica”
di Giorgio Mulè
In questo numero di èItalia, gli spunti di riflessione sono molteplici. A partire dal consueto inserto speciale, dedicato al mare: mare inteso come ricchezza turistica, ma, sempre più, come patrimonio economico. L’Italia conferma infatti la sua “nomea” di Paese di navigatori, potendo annoverare una Economia del Mare assolutamente degna di rispetto: 15 milioni di euro di esportazioni, 12 miliardi di investimenti, 80mila imprese del settore, con circa 670mila addetti. E, cosa assolutamente da non dimenticare in periodi economici difficili, una delle voci più positive del nostro export. Il Mare, quindi, come bene da preservare anche - ovviamente, non solo - per lo straordinario indotto di cui l’Italia gli è “debitrice”.

E di beni da preservare parla anche Alessandra Mottola Molfino, Presidente di Italia Nostra, che in un’interessante intervista spiega perché gli Italiani devono prendersi cura del proprio patrimonio culturale e paesaggistico, andando ben al di là del semplice “amore per il bello”: città vivibili e tutelate sono infatti sinonimo di una popolazione in salute, culturalmente vivace e responsabile, in grado di trasmettere questa ricchezza alle generazioni future. Perché la cultura non può - e non deve - essere patrimonio di pochi, bensì di tutti.

Con ciò voglio ricordare - cosa che a volte ci dimentichiamo, o, semplicemente, molti cercano di farci dimenticare - che il nostro Paese è, appunto, nostro. Il concetto di Repubblica è infatti di derivazione latina, da Res Publica, che letteralmente significa Cosa di tutti. E quei “tutti” siamo noi, i cittadini: è a noi che appartiene il mare, è a noi che appartiene la cultura, è a noi che appartiene quel patrimonio artistico e paesaggistico di cui l’Italia è tanto ricco. E spetta a noi rispettarlo, valorizzarlo, far sì che non sia “defraudato” da chi fa semplicemente i propri interessi alle spalle degli altri. Ma è necessario far sentire la nostra voce di cittadini, la nostra consapevolezza, affinché l’Italia - e noi con essa - non continui ad essere danneggiata. Perché è da queste risorse che possiamo trarre gli strumenti e le forze per risollevare - anche in termini economici - il nostro Bel Paese.

 hspace=
Stampa questo articolo  Invia questo articolo 
Commenta l'articolo
Inserisci un commento
Nella sezione
L’Italia di qualitą verso Expo Milano 2015
In Europa con pił coraggio ed orgoglio
Auguri, čItalia, 100 di questi giorni!
Premiamo l’Italia vincente
L’Italia ci chiede fiducia
La “meglio Italia” ci salverą
Il web al servizio delle eccellenze italiane
Un anno con čItalia
segue...
  • ItalPlanet.it  - il Portale dell'ITALIA nel Mondo
    INTL. MEDIA S.r.l. - Galleria del Corso, 2 - 20122 Milano
    italplanet@italplanet.it
    Cod.Fisc., P.IVA ed Iscrizione Registro Imprese c/o CCIAA Milano 05919500966 - Cap. Soc. Euro 15.000,00 i.v.